ASPIRANTI FOTOMODELLE: COME PRESENTARSI AD UN CASTING






VFS_natalia_ilina_17_02_2012__144 (Copy)In questo numero analizzeremo come è opportuno presentarsi a un casting per fare la cosiddetta “bella figura”, e magari di sollecitare il consenso favorevole da parte degli esaminaytori del casting.
Quando si ha l’occasione di partecipare a un casting, che si tratti di entrare in agenzia o di ottenere un lavoro, è necessario prepararsi al meglio per evitare il rischio di sbagliare l’approccio.
Ecco, quindi, una serie di consigli da tenere in considerazione.

Puntualità
e organizzazione
In primis è assolutamente vietato arrivare in ritardo. E’ consigliabile pianificare la giornata in modo da prevedere di giungere presso la sede del casting con almeno 15 – 30 minuti di anticipo, in modo da scongiurare ritardi dovuti ad eventuali imprevisti. La professionalità è una condizione tenuta in grande considerazione: arrivare in ritardo a uno shooting, a una sfilata o a un casting può creare problemi a tutti coloro che ci lavorano (fotografi, mua, parrucchieri, art director, direttori casting, ecc.).
Se i curatori del casting sono persone professionalmente serie, pretenderanno di lavorare solo con persone altrettanto serie e la puntualità è una prima prova di affidabilità da parte della modella.
Un altro sintomo di professionalità è dimostrare di essere organizzata e previdente, di non lasciare nulla al caso, preparando tutto il necessario per la selezione almeno il giorno prima, pianificando ogni cosa, tenendo in considerazione gli appuntamenti e avvisando tempestivamente in caso di ritardo o impedimento.
E non dimenticate assolutamente di portarvi dietro il book o il portfolio.

BCBG-Casting_FW.11.2 (Copy)Come vestirsi
Se non si hanno indicazioni precise, o non sono state definite linee guida specifiche, è meglio proporsi con un look semplice che faccia risaltare la propria immagine, curato ma mai eccessivo, evitando look volgari, appariscenti, troppo eleganti o eccentrici. Si potrebbe optare per qualcosa di aderente che vi faccia sentire belle e a vostro agio senza essere troppo sexy: una maglietta e un paio di jeans skinny o leggins possono fare al caso vostro; non vestitevi, però, completamente di bianco o di nero.
Consigliamo di portarsi dietro un costume da bagno (bikini) o un bell’intimo, perché potrebbe essere richiesto di sfilare o fare qualche scatto indossando quei capi allo scopo di effettuare una valutazione del fisico.
Se il casting prevede un servizio fotografico o una ripresa video di prova è bene portarsi dietro (senza esagerare) qualche cambio d’abito.

I dettagli
Una manicure ben fatta, le sopracciglia in ordine e una certa accuratezza nell’aspetto fanno la differenza, una grande differenza. Non sono dettagli trascurabili perché è anche da queste piccole cose che si riconosce la professionalità di una modella e il suo interesse ad apparire sempre nel modo migliore.
Anche il make-up deve essere ben curato: un trucco leggero, che dia un aspetto luminoso e naturale, dove la pelle appaia curata, compatta e omogenea, con le imperfezioni nascoste con cura. Importantissimi sono poi capelli: è meglio scegliere un’acconciatura morbida, evitando gli eccessi, ed è consigliabile passare dal parrucchiere per una messa in piega prima di ogni appuntamento importante.
Sguardo e sorriso sono da valorizzare perché fondamentali.
Se è previsto un servizio fotografico o una ripresa video fate attenzione all’effetto lucido; portate sempre con voi i vostri trucchi per un ritocco prima del casting. Infine la depilazione deve essere fatta alla perfezione.

Comportamento
Quando si arriva è buona norma presentarsi stringendo la mano ai curatori del casting; durante l’incontro è bene mostrarsi sicura, educata, senza essere arrogante: normalmente i palloni gonfiati che si atteggiano a dive non vengono presi in considerazione e sono mal sopportati.
Cercate di non essere agitate, mostratevi serene e motivate, imparate a governare le vostre emozioni mostrando un comportamento pacato e misurato.
Per rispondere alle domande prendetevi il tempo che vi serve, senza esagerare, per non correre il rischio di dire la prima cosa che vi passa per la testa. Ci sono domande comuni a quasi tutti i casting, per cui cercate di prepararvi qualche possibile risposta: cosa fate nella vita, quali sono i vostri sogni, se ricordate un aneddoto buffo del vostro trascorso. Inoltre vi chiederanno sicuramente perché ritenete di essere la persona giusta per il ruolo che vi viene offerto.
E’ importante essere sempre convincenti. Se avete domande o dubbi da chiarire chiedete senza titubanza: il vostro interventosarà percepito come segno di entusiasmo e interesse. E non pensate che sia solo un gioco: rischiereste di non superare la selezione.
Informatevii sempre sull’agenzia o il cliente per cui vi proponete: la tecnologia (sito internet, social network, ecc.) aiuta a farsi una prima idea sul prodotto o sull’agenzia stessa.

moda made-in-Italy (Copy)Rapporto con le altre modelle
Un casting non è solo l’occasione per trovare lavoro ma può anche diventare un momento di socializzazione, specie se una modella è aperta nei confronti delle altre ragazze che aspettano il proprio turno. Potrebbe capitare di trovarsi a lavorare sul set insieme a qualcuna di loro, ma è anche l’occasione per fare qualche domanda: da quanto tempo fai la modella – per esempio – chi è il tuo fotografo preferito, quali lavori hai fatto, hai fatto altri casting, conosci il direttore del casting e magari che tipo è.
E’ sempre bene essere aperte e comunicative.

Positività
E’ importantissimo essere positiva perché dà l’impressione di sicurezza e di apertura e solarità nei confronti degli altri.

Accompagnatori
I casting solitamente sono affollati per cui è bene presentarsi da sole: se ognuna delle partecipanti si facesse accompagnare anche da una sola persona l’ambiente diventerebbe caotico, potrebbe condizionare le altre partecipanti e infastidire i gli orgamizzatori del casting. Questa regola tuttavia non vale per i minori, che devono sempre presentarsi accompagnati almeno da un genitore.

Considerazione finale
Se non dovessero scegliervi, non vi demoralizzate, capita spesso, fate tesoro delle esperienze e ripartite per il prossimo casting con il sorriso sulle labbra.

06-casting-acw-1.w750.h560.2x (Copy)Attenzione
Fin dai primi articoli di questa rubrica ci andiamo raccomandando di stare attente alle false agenzie e ai truffatori, persone che sfruttano i vostri sogni e le vostre aspettative per spillarvi denaro.
Allora ricordiamo ancora una volta alcune cose.
Le vere agenzie investono su chi credono possa essere un talento e non chiedono soldi.
Gli uffici casting di Rai, Mediaset, Sky e di altre emittenti organizzano solo provini gratuiti. Chiunque vi chieda soldi per raccomandarvi o aiutarvi a superare le selezioni sta cercando di imbrogliarvi.
La truffa più comune consiste nell’organizzare finti casting per convincere le ragazze a investire i propri soldi in book dai costi spropositati, inutili corsi di portamento e valanghe di composit. Non fatevi ingannare.
Concludiamo questo articolo con alcune considerazioni.
La giornata di lavoro per una modella è particolarmente incentrata sulla partecipazione ai casting: nell’arco della giornata solitamente sono tanti, ravvicinati tra loro e mai pagati.
Praticamente un casting equivale a un colloquio di lavoro quindi né agenzia né cliente pagano per queste partecipazioni.
Partecipare ai casting è faticoso: più appuntamenti nella stessa giornata, talvolta anche otto-dieci, non sempre nella stessa zona della città, la fatica degli spostamenti e, visto che solitamente al casting si presentano molte modelle, si prospetta anche dover pazientemente aspettare il proprio turno.
Se, dopo alcuni giorni, la modella non è stata confermata nemmeno per un lavoro, deve avere un carattere molto forte e ottimista per non deprimersi e continuare. Domani ci sarà un altro casting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *