ASPIRANTI MODELLE: COME AVVICINARSI A QUESTO MONDO SENZA SCOTTARSI


ASPIRANTI MODELLE 5Quante ragazze, guardandosi allo specchio, hanno assunto pose come quelle che ammiravano sulle copertine delle riviste di moda, sognando un giorno di trovarsi su un set fotografico o su una passerella? Quante lo fanno tuttora?
Dopo questo sogno si torna alla realtà ma nella testa si aggrovigliano idee contrastanti: da una parte ci si elenca mentalmente, tutti i difetti (spesso inesistenti) che impedirebbero quest’attività (un po’ di ciccia, la cellulite e altro ancora), dall’altra ci si vede già all’apice del successo con foto sulle riviste patinate, fama, gloria e…
… e allora è il momento di ancorare bene i piedi a terra e iniziare a ragionare.
La strada verso il successo è lunga e tortuosa, piena d’insidie, e per superare tutto questo è necessario muovere i propri passi in modo graduale e con grande attenzione per non finire da “aspirante modella” a ragazza in crisi di rigetto, illusa da un mondo che potrebbe risultare anche ostile e crudele.
È necessario, quindi, programmare tutto per bene, partendo da una prima semplicissima domanda: “Ho davvero intenzione di fare la modella o la fotomodella e ho tutte le carte in regola?”.
E la domanda successiva: “Sono disposta a iniziare dal gradino più basso, quello di aspirante, con umiltà, senza volere a tutti i costi bruciare le tappe?”
Non bisogna, poi, pensare di essere in grado di fare tutto da sole: la prima cosa da fare è di avvalersi di una persona di fiducia, che conosce l’ambiente, che possa seguire i primi passi, che sia in grado di instradarvi sui giusti binari; una persona che abbia la grande capacità di comprendervi, soprattutto, dal punto di vista psicologico, e consigliarvi per ottenere il meglio.
Ritengo fondamentale, quando una nuova ragazza vuole lanciarsi in questo mondo, comprenderne le motivazioni e la convinzione, se è consapevole di cosa vuol dire fare la modella o la fotomodella: sacrificio, impegno, dedizione, saper conciliare la propria vita privata con quella pubblica, avere anche la grande forza interiore di sopportare le critiche, a volte molto pesanti.
Ecco perché è sempre utile e proficuo un confronto con la ragazza, soprattutto a livello psicologico, per comprendere e scoprire quanto essa voglia seriamente intraprendere quest’attività, oppure se per lei è un gioco dove l’autoscatto con il cellulare davanti allo specchio o la foto fatta da un’amica è sostituita dallo scatto di un fotografo.
Altro aspetto importante è saper gestire la propria immagine nel modo giusto perché se si è seriamente intenzionate a percorrere questa strada è importante sperare di essere notate.
ASPIRANTI MODELLE 3Purtroppo l’avvento del digitale ha fatto sì che molte ragazze, dopo un primo pseudo servizio, si considerino “fotomodelle” ma, d’altro canto, ha fatto sì che tanti si sentano fotografi solo perché ragazzine con la voglia di apparire si fanno fotografare senza limiti.
Bisogna sempre avere ben presente che, in particolare nei settori della moda e dello spettacolo, si muovono persone prive di scrupoli che, facendo forza sull’inesperienza delle ragazze e sulla loro voglia di avere successo, promettono facili risultati con il solo scopo di “spennare”, e non solo spennare, le aspiranti modelle..
Ecco alcuni consigli, i principali, per evitare di finire nelle mani sbagliate di persone il cui unico scopo è quello di farvi sborsare denaro o proporre strani compromessi.
1) MAI PAGARE PER ENTRARE IN UNA AGENZIA: le agenzie serie son quelle che vi prendono sotto la loro tutela perché ritengono di farvi lavorare, in modo da guadagnare la loro percentuale sui lavori che farete.
2) MAI FIRMARE UN CONTRAT-TO IN ESCLUSIVA CON UN’AGENZIA: se questo è richiesto l’Agenzia deve garantire un fisso mensile, al di la dei lavori che farete.
3) MAI PAGARE PER FARE UN PROVINO PRESSO UNA PRODUZIONE O PRESUNTA TALE.
4) PER IL BOOK FOTOGRAFICO, RIVOLGERSI SEMPRE A UN FOTOGRAFO PROFESSIONISTA DI FIDUCIA: e se non se ne conoscono affidarsi alla persona che vi può consigliare. Molte volte, rivolgendosi a fotografi non qualificati, si finisce con lo scambiare per book un semplice shooting (si legge troppo spesso negli album di facebook la parola book quando invece si tratta di uno shooting). Le pose per un book sono ben definite (e differenti seASPIRANTI MODELLE 2 per moda – fotografia e cinema – televisione) e non vanno fatte solo in base all’estro o alla fantasia del fotografo.
5) PRIMA DI FIRMARE QUALSIVOGLIA DOCUMENTO (contratto, accordo, liberatoria, ecc.) leggete attentamente quanto scritto e nel dubbio rivolgetevi a un legale o a un consulente di fiducia per evitare di finire nelle mani di imbroglioni senza scrupoli oppure di ritrovarvi a pagare cifre sostanziose senza avere nulla in cambio.

6) MAI FARE CASTING IN WEB CAM: non sapete con chi avete a che fare e dove possono finire le vostre immagini.
Per concludere voglio segnalare due interessanti iniziative di provata serietà rivolte alle aspiranti modelle.
La Beauties Model & Show, staff milanese che si occupa di fotomodelle, ha lanciato la proposta “Go Model” aperta, appunto, alle “Aspiranti Fotomodelle” che vogliono iniziare questo percorso ovvero un pacchetto senza costi che si caratterizza di una parte pubblicitaria per creare l’immagine della “futura fotomodella” e di una lavorativa per creare il giusto portfolio (informazioni: beautiesmodel@gmail.com).
L’altra iniziativa è quella che proprio Orizzonte Magazine ha lanciato: “Nuovi volti all’Orizzonte”: un progetto che ha l’obiettivo di cercare attraverso il web nuovi volti femminili da proporre nel mondo della moda e della fotografia.
Terminiamo con un breve intervento di Laura Vaiciute, aspirante fotomodella di Alessandria: “Ho amato il campo della moda e della fotografia sin da quando ero piccola, ma non ho mai pensato di provare ad avvicinarmi a tale ambito. Forse per mancanza di coraggio o di fiducia in me stessa ho preferito aspettare qualcuno che potesse apprezzarmi realmente e che mi convincesse a togliermi di dosso qualsiasi tipo di paura o preoccupazione e tentare qualcosa di nuovo. Il mio percorso, quindi, è nato quasi per gioco, senza aspettative; ho ancora molto da imparare e ogni consiglio, aiuto o suggerimento da parte di chiunque collabori con me mi aiuta a crescere, migliorare e consolidare sempre di più questa esperienza, che spero possa continuare ancora per molto tempo e possa raggiungere livelli sempre più elevati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *