ASPIRANTI MODELLE COME PROPORSI AD UNA AGENZIA. (seconda parte)


_MG_0747R_filtered (Copy)Come presentarsi
Se siete state convocate presentatevi come siete; non servono trucco e abiti vistosi, l’Agenzia capisce comunque se una ragazza è adatta a questo lavoro. Vi consigliamo di portare dietro le vostre foto (del viso e del corpo intero) anche non professionali, servono all’Agenzia per avere un’idea di come venite in foto.
L’Agenzia, se interessata, prenderà le vostre misure e s’informerà sulla vostra disponibilità. Se tutto va bene, vi organizzerà già entro breve il primo test fotografico e i primi casting.

Quali foto inviare
Sono sufficienti anche tre sole foto, due a figura intera e un primo piano, salvo richiesta diversa da parte dell’agenzia. E’ meglio se le foto sono fatte apposta per l’occasione, evitando scatti del genere “foto di famiglia”, “foto col fidanzato”, “foto con amiche”, “foto in gita”, ecc.
L’ideale è indossare una semplice t-shirt con jeans, o anche canottiera e pantaloncini corti, biancheria intima senza esagerare, pochissimo trucco o meglio nulla. Non importa che le immagini siano particolarmente belle, è importante che siano ben visibili e che esposizione e luci siano corrette.

Il Book
E’ bene mettere in preventivo la realizzazione di un book professionale prima di contattare un’agenzia, anche se talvolta può non essere necessario. Può infatti capitare che agenzie rivolte specificamente alla moda (alta moda, pubblicità, redazionali) possano farne a meno in quanto aiuteranno la modella a costruirlo indicandole il fotografo o utilizzando un fotografo interno. Sapendo di guadagnare dalla modella sono disposte a investire tempo e soldi, per cui preferiscono impostare il book secondo ciò che i loro clienti maggiormente richiedono.
Questa è comunque un’eventualità piuttosto remota: è molto difficile essere accettati o anche solo suscitare l’interesse di un’agenzia di alto livello, in quanto i criteri di selezione sono molto restrittivi; il book è quindi necessario per le altre opportunità lavorative.
In generale il book è uno strumento per dar prova della propria decisione ad impegnarsi in questa attività, e della propria capacità di stare di fronte alla macchina fotografica.

_MG_0474R_filtered (Copy)Ultimi consigli
Quando s’intende contattare un’agenzia è importante innanzi tutto scegliere con attenzione la struttura a cui rivolgersi, per evitare di perdere inutilmente tempo; all’interno di una medesima tipologia le agenzie sono diverse, per il livello delle modelle rappresentate ma anche per tutti gli altri elementi che contribuiscono a creare lo stile dell’agenzia.
Una volta effettuala la scelta è opportuno proporre, fra le proprie foto, quelle che più si allineano con lo stile dell’agenzia, in modo da aumentare le probabilità che l’agenzia possa prendere in considerazione la proposta.
Se siete così fortunate da poter scegliere tra più Agenzie, è bene che preferiate quella dove l’atmosfera è più accattivante e la gente vi è più congeniale: dovrete lavorarci a stretto contatto e bisogna che vi sentiate a vostro agio.
La riflessione della fotomodella genovese Stefania Merello (http://smerello72.123 homepage.it/) va, come da consuetudine, a completare questo articolo: “Vista la grande varietà di agenzie di moda sul web non sempre è facile scegliere quella adatta. Personalmente consiglio di valutare bene le proprie potenzialità e disponibilità personali e di avere almeno qualche scatto professionale. La serietà deve essere anche la vostra, oltre che della potenziale agenzia che vi potrebbe rappresentare. L’impegno e correttezza da ambo le parti sono fondamentali, per questo sottolineo che informarvi bene prima vi eviterà poi equivoci sulle varie necessità e dinamiche future”.
Abbiamo chiesto anche a Jacopo Bettinaldi responsabile della Beauties Model & Show Staff un suo personale commento.
“Ho letto gli articoli dedicati alle agenzie e devo dire che sono molto utili, spiegati in maniera chiara e precisa. C’è un buon lavoro di stesura ed è molto importante informare le modelle aspiranti o emergenti su come muoversi in questo campo. Da responsabile della Beauties (Staff di Modelle ed Eventi), posso dire che uno Staff o Agenzia deve partire dall’idea di collaborare con la modella in maniera reciproca. I guadagni sono importanti ma non bisogna mai perdere d’occhio quello che si offre ai propri collaboratori o dipendenti. Un fattore molto importante è che uno Staff o un’Agenzia non deve mai accettare qualsiasi lavoro ma selezionare. E’ meglio realizzare quattro lavori di buona fattura che dieci lavori scadenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *