BENESSERE AL NATURALE: Ottobre 2016


peperoncino-kojb-u431001023375643evd-593x443corriere-web-sezioni-copyI vantaggi di mangiar piccante
Stando a una ricerca condotta da esperti della Oxford University, della Harvard School of Public Health e della Chinese Academy of Medical Sciences sembrerebbe proprio che mangiare piccante aiuti a vivere più a lungo e in salute. L’uso del peperoncino ridurrebbe infatti il rischio di patologie cardiovascolari, tumorali e respiratorie grazie alla presenza della Capsaicina.
Sarebbero più longeve quelle persone che consumano quotidianamente o al massimo ogni due giorni cibi piccanti e ciò perché la Capsaicina ha proprietà anti-tumorali, anti-obesità, anti-infiammatorie e anti-ossidanti. In sintesi:
Azione anti-tumorale: la Capsaicina sembra facilitare la morte programmata delle cellule tumorali e inibire la vascolarizzazione della massa tumorale e la conseguente metastatizzazione.
Azione Anti-infiammatoria: la Capsaicina sembra efficace nell’artrite reumatoide, in patologie articolari, traumi, psoriasi e arteriosclerosi.
Azione Anti-dolorifica: è noto da anni l’uso analgesico dovuto alla presenza di recettori specifici che, dopo una iniziale attivazione, tendono a inattivarsi, esplicando in questo modo le proprietà analgesiche.
Azione Anti-obesità: risulterebbe sia dall’attivazione di proteine responsabili della dissipazione di energia sotto forma di calore, sia dall’attivazione del sistema nervoso simpatico. L’attività induttrice nei confronti del metabolismo aumenterebbe la termogenesi e, quindi, il metabolismo basale.
Controindicazioni: l’uso va evitato in caso di tosse cronica e di emorroidi, ma anche durante la gravidanza e il periodo di allattamento al seno.

mal-di-testa-rimedi-naturali-copyRimedi per il mal di testa
In autunno il rischio di mal di testa cervicale è sempre in agguato, anche per i maggiori ritmi di lavoro, lo stress, l’assunzione di posture scorrette, con conseguenti sensazioni dolorose a carico della muscolatura del collo e delle spalle, le cattive abitudini alimentari.
Per contrastare questo fenomeno è utile adottare una corretta postura e uno stile di vita sano, prevedendo attività all’aria aperta nelle pause lavorative, riducendo lo stress attraverso l’uso di rimedi naturali o la pratica dello Yoga ma anche ritagliandosi spazi, anche piccoli, per il relax.
è necessario anche scegliere una corretta e sana alimentazione: frutta, verdura e liquidi saranno le colonne portanti dei pasti, che dovranno essere consumati a intervalli regolari. La colazione non andrà sottovalutata: ad essa è affidato il compito di avviare nel modo giusto la giornata dal punto di vista energetico.
Determinante è poi il trattamento del mal di testa già dai primi sintomi, intervenendo prontamente per evitare l’intensificarsi del problema. Tra i rimedi naturali si consiglia l’infuso di salice (che esplica proprietà simili a quelle dell’aspirina), la camomilla o l’artiglio del diavolo.

AFORISMA DEL MESE
Nessun corpo vale più del tuo corpo. (Anonimo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *