EMOZIONI A BINETTO



_DSC3604_Eomenica 13 Aprile si è svolta la prima prova del 1°Trofeo Autodromo del Levante.
Si contano 58 vetture verificate. Come preannunciato nel numero dello scorso mese, l’evento è risultato di grande interesse e lo spettacolo non è assolutamente mancato in tutti i quattro raggruppamenti che si sono schierati alla partenza.
Le MiniCar, rappresentate dalle leggendarie FIAT 500 e 126, si sono letteralmente scatenate e fin qui nulla di nuovo, ma si parla di 22 vetture che hanno letteralmente invaso la griglia di partenza arrivando ad occupare gli ultimi posti in curva, come testimoniano le immagini. Queste piccole vetture, che rappresentano un concentrato tecnologico e tecnico, si son date battaglia in due manche. La disposizione della griglia di Gara1 è scaturita dai tempi conquistati nelle prove ufficiali, come al solito,
In Gara2 per la griglia avviene l’inversione di ordine. Si, proprio così: gli ultimi diventano i primi, quindi coloro che hanno conquistato i primi tre posti nella prima manche, rispettivamente Flavio Vito Licciulli (Fiat 500 N.1 Fasano Corse), Vincenzo Pezzolla (n.69 Fiat 500 Apulia Corse) e Oronzo Montanaro (n.9 Fiat 500 Fasano Corse) si sono schierati sulle ultime posizioni in griglia.
Già la prima prova è stata combattutissima, provate ad immaginare la seconda, con le vetture più competitive in fondo allo schieramento. In questa mega bagarre che ne è scaturita alcuni si son trovati subito fuori, come è successo al Campione Italiano Pista Flavio Licciulli già alla seconda curva, senza poter esprimere tutte le sue potenzialità.
La vittoria, in questa seconda parte, è stata conquistata, rispettivamente, dal n.9, esordiente in categoria, Oronzo Montanaro (Fiat 500 Fasano Corse), seguito dal n.34 Giovanni Giannoccaro (Fiat 500 PMP Racing) e dal n.4 Pippo Marino (Fiat 500 Cubeda Corse).
Tra le due manche delle AssoMiniCar, si sono disputate le gare delle altre tre categorie, partendo dalle Turismo sino a 1600 cc, in cui il giovane Danny Molinaro, con il numero gara 32, a bordo della sua Peugeot 106 16v, ha disputato un’ottima prova, portando a casa un meritato 1° piazzamento. In seconda posizione, su Minicooper S, ha concluso il numero 24, Gabriele De Matteo (Epta Motorsport), seguito, sul terzo gradino del podio da Rocco Errichetti, numero gara 33, su Peugeot 106 16v (ASD Promotorsport).
_DSC3845_Nell’ambito di questo raggruppamento per la Lupo Cup, si segnala l’ottima prestazione di Bruno Martino, piazzatosi al primo posto, seguito da Onofrio Mariella e Donato Montanaro.
Nelle Sport e Formula, il numero 22, Mario Pappalardo, su Formula Master della Patatina Racing, ha artigliato il miglior piazzamento, con un giro veloce di 47. 078, tempo competitivo persino rispetto a quelli fatti registrare dalle moto, lasciando a 5.855 di distacco, Salvatore Marinaro su Dallara F300 Fiat (Marinaro Racing), con un giro veloce di tutto rispetto, pari a 47.261. Al terzo posto assoluto ha concluso Armando Stola, numero gara 12, su Radical SR3 Suzuki. Le Turismo oltre 1600 cc, come al solito, hanno mostrato tutta la grinta in loro possesso. La pole è stata conquistata da Tagliente ma in gara, già dal primo giro è stato sopraffatto dal bravo Galiani seguito da Marco Casillo; ma Vito Tagliente ha tirato fuori la stoffa, raccogliendo tutta la potenza della sua Honda Civic Type R (Apulia Corse) e, dopo una bagarre di 5 giri è tornato al comando della gara, gestendo un considerevole margine con Emilio Galiani su Peugeot 106 (World Racing) e Marco Casillo su sua Renault Clio III (Carbone Motorsport).
Visti i risultati della prima prova, tutto fa presumere una più nutrita partecipazione nelle prossime prove. La 2ª Prova è fissata per il 28 Settembre, mentre la terza ed ultima prova si svolgerà il 23 Novembre, sempre sul Tracciato di Binetto, alle porte del capoluogo pugliese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *