Il falso film sull’autopsia dell’alieno


ALIENO3Il grande Piano
Chiesi a Spyros quale fosse il grande Piano. Le ricerche erano state effettuate, il film era terminato e così tutto il resto. Apparentemente egli aveva un piano piuttosto semplice: consegnare il film ad una emittente, chiedere loro di indagare e vedere cosa sarebbe successo. Era sicuro che non sarebbe apparso come un falso. Poi, dopo qualche mese, il piano prevedeva di rivelare la verità.
Il motivo per cui questo non avvenne fu il denaro. Spyros aveva firmato un accordo di riservatezza con Ray Santilli e quest’ultimo era fermamente deciso a recuperare il suo investimento iniziale impiegato per il filmato della tenda. Santilli disse a Melaris che aveva investito un sacco di soldi per questo film e prima di uscire allo scoperto intendeva riprenderseli; ricordò poi a Spyros che era vincolato dal contratto di riservatezza e non poteva dire o fare nulla senza il suo consenso.
Oltre ad un assegno di circa 10.000 sterline, che Spyros aveva diviso con la sua squadra, nessuna royalty era stata pagata. Santilli disse che, siccome egli aveva dichiarato pubblicamente che si trattava di un film militare, che era stato copiato da terzi senza permesso e utilizzato senza il pagamento di diritti, chi l’aveva copiato credeva che il diritto d’autore fosse dell’Esercito degli Stati Uniti e non di Santilli.
Alla fine passò il tempo e Spyros tornò alla sua vita normale; lavorò con Santilli su altri progetti per guadagnarsi da vivere e il filmato dell’autopsia aliena fu completamente dimenticato.

La rivelazione al pubblico
La principale domanda che posi a Spyros era perché avesse deciso ora di rendere pubblica questa faccenda; erano passati dodici anni da quando il filmato dell’autopsia aliena aveva raggiunto i titoli dei giornali. Melaris si rifugiò dietro il suo accordo di riservatezza: da un punto di vista legale, se lo avesse violato avrebbe potuto essere citato in giudizio. Tuttavia, nel 2005 fu avvicinato da Santilli e Shoefield per essere coinvolto nella versione cinematografica della vicenda. Chiese loro se ora avrebbero raccontato la storia vera, rivelando che era stato tutto un falso, ma gli risposero di no e che avrebbero sostenuto di essere in possesso del film originale. Ancora una volta Santilli e Shoefield sostennero che non c’erano soldi in ballo e che stavano facendo tutto per “un po’ di divertimento”; dietro le sue insistenze dovettero comunque ammettere che avrebbero ricevuto una percentuale sui profitti e che per Melaris non era previsto nulla.
Melaris rifiutò la loro offerta, lasciando la riunione con l’impressione che il film non si sarebbe fatto. Tuttavia, il film fu realizzato e distribuito dalla Warner Bros e così Melaris si sentì libero di parlare, dato che la storia era ormai di dominio pubblico.

RoswellDailyRecordJuly8,1947Gli scettici
Per concludere l’intervista chiesi a Spyros che cosa aveva da dire agli scettici, quelli che credono che il filmato dell’autopsia aliena sia autentico. Userò le sue stesse parole:
Mantle: Spyros, ci è rimasto poco tempo. Ti pongo un’ultima domanda: ci sono quelli che credono in questo film e in Santilli al 100% e pensano che sia una specie di bugiardo patologico; sto facendo l’avvocato del diavolo quindi ti prego di non offenderti.
Melaris: No,. vai pure avanti.
Mantle: Se potessi dire qualcosa agli scettici là fuori, cosa diresti? C’è una cosa che si può dire loro su Spyros Melaris? E’ chi dice di essere? Ha fatto lui questo film?
Melaris: Non credo che oggi ci sia alcun dubbio che qualcuno lo abbia effettivamente fatto. E’ giusto dire che qualcuno ha realizzato il film, anche se Santilli ha detto che è un falso ma che è stato fatto partendo da una pellicola originale. Penso che questa sia davvero la questione; non se l’ho fatto io, perché posso dimostrare che l’ho fatti io. John Humphries dirà che l’ho fatto io. Ray vi dirà l’ho fatto io! Non può negarlo, ci sono troppe prove. La domanda è: l’ho fatto dal film originale? La risposta è semplicemente no. Non visofc’è mai stato alcun film originale oltre il “filmato della tenda”. Non ho mai visto nessun altro film. Ray sostiene di avere la pellicola originale. La mia domanda a Ray è: come si collega quel film con quello che ho fatto? Non è possibile. Finora non ho visto questo film. Ora potrai dire: “Forse stai mentendo, ti hanno fatto vedere il film originale e hai fatto il tuo.“

La vicenda sarebbe più clamorosa se ci fosse un vero film originale. Ci sarebbero più soldi. Non ci sarebbe stato alcun motivo per me e Ray di uscirne. Perché avremmo dovuto restarne fuori? Il buon senso avrebbe suggerito di partecipare. io sarei parte di un avvenimento importante, come può essere un vero film di un vero alieno. Perché dovrei rischiare tutto questo e andarmene per conto mio? Non c’è motivo per farlo. Questo in primo luogo.
In secondo luogo, ti assicuro che a Roswell è accaduto qualcosa. Non sono un ingenuo… sono uno scettico. Non sono persona facile da convincere. Tante persone con cui ho parlato, persone intelligenti, medici, docenti, persone di ogni genere mi hanno detto di aver visto qualcosa. E credo loro. Qualcosa è successo. Un sacco di persone normali. Qualcosa è successo. Dunque non credo che ci sia da discutere se a Roswell sia successo qualcosa o no, o sugli altri avvistamenti o se tutto sia falso o meno. No, non credo che sia tutto falso. Io so che è così. So anche che se Ray avesse avuto la pellicola originale avrebbe fatto salti mortali per dimostrarlo. Scusa, è quello che tu faresti. Diresti: “Datemi miliardi di sterline per questo film.” Questo diresti. Diresti: “Non ho niente da nascondere. Il cameraman non vuole parlare, ma guardate il film.” Ecco cosa faresti! Questo è ciò che si dovrebbe fare.
Mantle: Non dire più nulla.

Ancora una volta desidero ribadire che questa è solo una parte di ciò che Spyros mi ha detto. L’intervista completa può essere letta nella sezione autopsia aliena del nostro sito web all’indirizzo: http://www.outtahear.com/beyond_updates/index.html
(continua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *