MARIA HEDWIG COLUCCI


-IMG_4650R (Copy)Diciotto anni appena compiuti, un carattere dolce ma determinato, solare ma riservato, che nutre sogni e aspirazioni con la voglia di realizzarli. Crede alla “luce verde” Maria Hedwig Colucci, quella speranza che non muore, che vince il tempo e sorregge la volontà, quella che uno dei suoi autori preferiti, Francis Scott Fitzgerald, attribuisce a Jay Gatsby: “Gatsby credeva nella luce verde, il futuro che anno per anno indietreggia davanti a noi. C’è sfuggito allora, ma non importa: domani andremo più in fretta, allungheremo di più le braccia … e una bella mattina… “
Per Maria Hedwig, infatti, la speranza è sempre l’ultima a morire. “Molti cambiamenti sono avvenuti nella mia vita – dice – facendomi capire che si può sempre migliorare e che, rimboccandosi le maniche, si può ottenere qualsiasi cosa”. E sono essenzialmente due gli obiettivi che intende raggiungere, il primo dei quali è quello di diventare psicologa, dato che anche i sogni hanno una gerarchia e per lei il cervello viene prima della bellezza. Ha orientato i suoi studi in questa direzione e non c’è da dubitare sulla realizzazione di questa sua aspirazione.
Il secondo obiettivo, naturalmente, è quello di fare la modella; se lo porta dietro dall’infanzia, da quando cioè sognava le selezioni di Miss Italia e giocava con la sua amichetta del cuore “a fare le sfilate”, mettendo a soqquadro l’armadio della sua cameretta. Crescendo, il fisico le ha dato ragione: 1,64 d’altezza, taglia 38-40, un sorriso accattivante e uno sguardo comunicativo. Ed ora anche questo obiettivo si va avviando verso la sua realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *