Sonno e gravidanza






Ecco come combattere l’insonnia

Quando una donna si appresta ad entrare in quel dolcissimo periodo che è la gravidanza, è messa di fronte a tante piccole grandi scelte: cosa mangiare, cosa indossare, quali creme o cosmetici usare ma soprattutto come dormire.

Dormire bene e nel modo corretto è di fondamentale importanza per la salute sia della futura mamma che del nascituro e per farlo occorre il materasso giusto. E allora come sceglierlo?

I DISTURBI DEL SONNO IN GRAVIDANZA

La gravidanza è un momento bellissimo e particolarissimo della vita della donna che, assieme alla ovvia gioia, porta anche, talvolta, alcuni disturbi.

Uno dei disturbi più lamentati dalle gestanti e forse il più pesante perché influisce sul preziosissimo riposo, è l’insonnia.

Il cambiamento dei livelli ormonali che si registra nell’organismo (in primis quello del progesterone), ma anche le eventuali carenze nutrizionali (in particolare di ferro, di sali minerali, di potassio e magnesio) e una sorta di fatica psicologica, quella che deriva dall’abituarsi all’idea che un essere nuovo sta crescendo dentro di sé, contribuiscono a dare alla futura mamma una sensazione di affaticamento generale.

Per tutta questa serie di motivi, ai quali si deve aggiungere il frequente bisogno di andare in bagno durante la notte per la pressione del feto sulla vescica, la donna dorme meno e male.

Occorre dunque cercare di limitare i disturbi del sonno in gravidanza puntando ad attuare tutta una serie di accorgimenti.

COME DORMIRE BENE IN GRAVIDANZA

Facilitare il sonno cercando di elevare il più possibile il livello di comfort: è questo il primo obiettivo che occorre tenere in considerazione.

Il primo consiglio da seguire in tal senso è quello di scegliere il materasso più adatto per una donna che aspetta un bimbo.

Ovvio che la scelta del materasso è molto personale e la prova diretta è, come sempre, il modo migliore per assicurarsi che la scelta fatta sia la più corretta.

Il materasso perfetto per la gravidanza deve svolgere correttamente la funzione di supporto ad un corpo in continua evoluzione, che aumenta rapidamente di peso e di volume e perde il bilanciamento normale ed abituale.

Inevitabilmente questa mutazione dell’equilibrio naturale rende superati i riferimenti classici che attribuiscono pesi e proporzioni differenti e armonici alle diverse porzioni del corpo: testa, spalle, schiena, bacino, gambe.

“Un buon materasso, quindi, deve essere in grado di adattarsi al meglio ai vari cambiamenti del corpo, deve favorire la circolazione sanguigna soprattutto di gambe e caviglie (due parti del corpo particolarmente sollecitate durante la gravidanza), supportare il bacino e combattere l’insorgere di possibili lombalgie” spiegano dal team dal team del sonno della Marion (www.marionlatex.com), specializzata in soluzioni per dormire bene.

“Inoltre, i movimenti che diventano più faticosi e impacciati devono essere facilitati da un materasso che non sia né troppo morbido né troppo rigido. Bisogna evitare l’effetto “trappola” tipico di alcuni materassi che, durante la notte, tendono a modellarsi eccessivamente attorno al corpo, rendendo difficili i movimenti e generando fastidio e insofferenza crescenti” concludono gli specialisti del sonno.

Riassumendo, un buon materasso in gravidanza deve avere queste caratteristiche:

  • sostenere il corpo e le continue mutazioni di forma e peso
  • adattarsi al meglio al cambiamento del corpo
  • favorire la circolazione del sangue (in particolare nelle gambe e nelle caviglie)
  • agevolare i movimenti notturni

CONSIGLI PER DORMIRE BENE IN GRAVIDANZA

Oltre alla scelta di un buon materasso occorre osservare dei piccoli accorgimenti per affrontare al meglio le ore sia del giorno che della notte. Ecco quali:

  • Curare l’alimentazione e fare esercizio fisico per scongiurare il rischio di crampi alle gambe;
  • Evitare cibi pensanti soprattutto la sera;
  • Bere una tisana o una tazza di latte caldo prima di coricarsi per conciliare il sonno;
  • Evitare le bevande contenenti caffeina soprattutto prima di andare a letto;
  • Rendere la camera da letto il più rilassante possibile e con una temperatura confortevole;
  • Leggere un buon libro o ascoltare musica rilassante prima di dormire;
  • Indossare un pigiama o una camicia da notte comodi;
  • Dormire sul fianco sinistro con le gambe leggermente flesse perché questa posizione impedirà al feto di premere sugli organi interni come fegato e reni e renderà anche migliore la circolazione del sangue.

di Marion Materassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *