Superbike A MAGNY-COURS MELANDRI: POTEVA ESSERE DOPPIETTA?


IMG_1459 (2) (Copy)E’ stato un week-end particolare e pieno di colpi di scena quello della prima settimana di ottobre a Magny-Cours, a partire dal meteo che è stato caldo e soleggiato da giovedì a sabato per poi scatenare una pioggia incessante proprio la domenica, dando così origine ad una serie di cadute.
Una caduta che ha davvero lasciato tutti a bocca aperta è stata quella di Lorenzo Savadori, proprio a poche curve dalla bandiera a scacchi e soprattutto dal coronamento del suo sogno, e di quello del team di Lucio Pedercini (al quale abbiamo rubato un’intervista che troverete qua sotto), di diventare campione della sua categoria, la Stock 1000. Un sogno che invece ha visto realizzarsi il suo rivale nella corsa al titolo, Leandro Mercado, il quale ha fatto una gara in difesa, data la molta acqua sulla pista. Brutta caduta anche per il pilota italiano Fabio Massei, che dopo un’ottima partenza, è stato sorpreso anche lui dalla troppa acqua in pista.
Anche nella classe regina, la SBK, si sono registrate molte cadute, come Davide Giugliano, che purtroppo, è scivolato sia in Gara 1 che in Gara 2, come David Salom che, vista la brutta caduta nelle prove libere, è stato addirittura costretto a non partecipare a IMG_3265 (Copy)nessuna delle due gare per evitare rischi che potevano peggiorare la sua mano. Ma quello che ha dato molto da parlare su entrambe le gare è il fatto che dai box, sia in Gara 1 che in Gara 2, abbiano chiesto a Meladri di cedere la sua posizione in favore di Guintoli, che si stava giocando il mondiale contro Tom Sykes. Ma se Macho Melandri, sia pure a malincuore, nella prima gara rallenta e alzando il braccio fa passare il compagno, accontentandosi del secondo posto sul podio, in Gara 2 tira dritto, ignora i messaggi dal box e va a concludere la gara con una stupenda vittoria.
Non spetta a noi dire cosa sia giusto e cosa sbagliato, ma voi cosa ne pensate di questo gioco di squadra? Melandri avrebbe dovuto vincere entrambe le gare o in entrambe avrebbe dovuto stare dietro al suo compagno di team?
Con queste domande vi ricordo l’appuntamento all’ultima gara della SBK che si terrà in Qatar nel circuito di Losail con la gara in notturna; tutti gli orari sono visibili sul sito della SBK.

Intervista a Lucio Pedercini,
Team Manager del Team Pedercini.

IMG_3539 (Copy)Anna: Ciao Lucio, innanzi tutto grazie per il tempo che ci dedichi.
Lucio: Grazie a voi, per me è un piacere.
Anna: Iniziamo subito con una domanda “scomoda”. Raccontaci dell’ultima sfortunata gara di campionato: eravate arrivati a Magny-Cours per giocarvi il titolo, Lorenzo aveva iniziato alla grande il week-end tirando fuori ottimi tempi e aggiudicandosi la pole-position, in gara tutto faceva presupporre che il titolo era vostro… poi qualcosa all’ultimo giro non è andata nel verso giusto. Indubbiamente il tempo e le condizioni della pista erano pessime, vista la pioggia che scendeva fin dalla mattina presto, ma avete capito esattamente cosa è successo?
Lucio: Purtroppo le gare sono così. Naturalmente la pioggia non ha aiutato; come ad Assen, dove aveva dominato per tutto il week end e la domenica ci siamo dovuti accontentare del quarto posto. Diciamo che è stato un campionato un po’ sfortunato, vedi ad Imola la vite della leva del cambio di Savadori, che si è rotta mentre stava dominando. Peccato, comunque penso che abbiamo dimostrato di essere molto competitivi; e comunque complimenti a Tati che ha conquistato il titolo!
Anna: Direi che nessuno di voi s’immaginava un finale cosi… ma ora bisogna guardare avanti e di sicuro ci riproverete l’anno prossimo. Che progetti avete con Lorenzo Savadori per l’anno prossimo? Si vocifera che volete portarlo nella classe regina, la SBK, è vero?
Lucio: Come sicuramente sapete, io da luglio sono anche il manager personale di Lorenzo, stiamo valutando diverse proposte, vedremo la migliore per lui.
Anna: Quest’anno hai avuto 7 piloti nel tuo team; sono tanti… l’anno prossimo pensi che ne avrai di meno? Hai già un’idea di quali piloti l’anno prossimo faranno parte del team? Quali riconfermerai tra quelli che hai avuto in questa stagione? E quale pilota vorresti che entrasse?
Lucio: Non sappiamo ancora quanti saranno i piloti 2015, penso 2 in SBK e 4 in Stock 1000. Al momento l’unico confermato è Lanusse in Stock1000, per il resto stiamo parlando con diversi piloti e spero di poter annunciare presto le novità.
Anna: Tra poco ci sarà l’ultima gara della SBK in Qatar, che aspettative hai da quel week-end??
Lucio: Non abbiamo aspettative, sicuramente andremo là cercando di dare tutti il 110%, poi tireremo le somme. Andreozzi non conosce la pista.
Anna: Ora parliamo un po’ di te. Sei stato pilota, quindi sai bene le emozioni che provano i tuoi ragazzi durante la stagione; quali consigli daresti loro per far si che la affrontino al meglio?
Lucio: Lavorare sempre duramente, essere consapevoli che nessuno ti regala niente, quindi bisogna conquistare tutto col duro lavoro, senza lasciare niente al caso; e poi essere concentrati su tutto: stiamo partecipando ad un mondiale, quindi niente è facile. Occorre dare il massimo sempre, sia nelle prove private che prove ufficiali e in gara.
Anna: Sogno nel cassetto?
Lucio: Vincere
Anna: Se ti dico la parola MOTO, qual è la prima parola che ti viene in mente?
Lucio: Amore, Passione.
Anna: Cinque domande sulle tue preferenze: cibo preferito? Gruppo musicale preferito? Film preferito? Sportivo preferito? Circuito preferito?
Lucio: Tortellini, mi piace tutta la musica Italiana, Rambo2, Tennis, Eastern Creek
Anna: Qual è secondo te il pilota più forte della SBK? E quello più forte della MotoGP?
Lucio: Difficile da dire. Tom sicuramente, Rea, Melandri. In MotoGP, con quello che sta facendo da 18 anni, Valentino.
Anna: Un’ultima domanda: qual è la gara più bella che hai fatto nel corso della tua carriera da pilota? E la più bella bagarre con un tuo rivale?
Lucio: Dopo 6 anni di GP 500 e 8 e mezzo di SBK è difficile da dire, dovrei pensarci un po’. Tutte le gare sono belle.
Anna: Lucio, ti ringrazio per la tua gentilezza e il tempo che hai dedicato. Tornerò a trovarti durante la prossima stagione!
Lucio: Grazie a te e un saluto a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *