Volontari per insegnare l’Italiano agli Immigrati



OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il volontariato nel Lazio è in crescita negli ultimi anni. Lo dichiara un articolo del blog vita.it del 29 luglio 2014, riportando quanto dichiarato dai Centri di Servizio per il Volontariato Cesv e Spes che hanno anche mostrato il loro sostegno a oltre 2mila associazioni nel Lazio cui sono stati forniti dei servizi. Soprattutto (ben 1.300) sono state le associazioni che hanno sede a Roma e provincia.
Il trend in generale aumento del volontariato nel Lazio è confermato anche dai dati Istat con percentuali del 13,7% di popolazione impegnata in attività di volontariato, contro una media nazionale del 12,6%.
La Regione Lazio, molto impegnata nel volontariato, offre un gran numero di progetti per il sostegno allo studio della lingua italiana L2, soprattutto attraverso le Scuolemigranti, che sono una realtà sul territorio, con più di cento aderenti e circa 800 volontari, attivi e presenti in tutte le province della regione.
Nel 2013, secondo quanto scritto sul sito www.volontariato.lazio.it, hanno frequentato i corsi di italiano per adulti circa 12.000 stranieri. Invece, i laboratori di italiano nelle scuole sono stati seguiti da 590 alunni non italofoni. Un migliaio di bambini e ragazzi hanno partecipato a laboratori di intercultura, doposcuola e centri di aggregazione giovanile.
Questi risultati sono stati raggiunti grazie al lavoro delle associazioni in Rete su tutto il territorio laziale, le quali accolgono volontari disposti ad offre il proprio tempo e le proprie competenze, per impegnarsi in una collaborazione gratuita dando la propria disponibilità per una stagione intera.
La continuità, infatti, è la condizione fondamentale per riuscire a garantire una certa efficacia e ottenere risultati.
I volontari costruiscono nel tempo quel rapporto docente-discenti basato sull’instaurazione di una certa fiducia, che serve per facilitare il lavoro del docente e l’apprendimento dei discenti.
In modo particolare, sono le scuole a beneficiare maggiormente del servizio offerto dalle associazioni di volontariato e dal lavoro dei volontari stessi. Le associazioni creano rapporti con le scuole, alle quali si chiede ospitalità per avere uno spazio fisico dove operare. In cambio le scuole ricevono la garanzia che le persone che operano nel progetto di lingua italiana L2 hanno professionalità e garantiscono responsabilità.
Per prima cosa l’associazione propone un progetto di insegnamento della lingua italiana e lo promuove sul proprio sito internet e sui social network, per farlo conoscere ai potenziali volontari.
I giovani e gli adulti interessati al progetto, nello scegliere l’associazione con cui collaborare, valutano generalmente:
– la vicinanza geografica, scegliendo la scuola più vicina a sé;
– il grado di interesse alle attività proposte, scegliendo di fare le attività che più piacciono, per cui ci si sente maggiormente portati, quelle che hanno maggiore affinità con le proprie inclinazioni;
– la possibilità di migliorare le proprie conoscenze e competenze, scegliendo di fare quelle attività che possano incrementare il proprio curriculum vitae.
Il volontario è una persona che svolge una professione (in questo caso è un insegnante di lingua italiana per stranieri), investendo il proprio tempo, mettendo in atto metodologie didattiche e pedagogiche, mettendo la propria conoscenza e competenza al servizio di altre persone in maniera gratuita
Quando si svolge un lavoro si dovrebbe ricevere un giusto compenso economico. Purtroppo oggi il lavoro è una meta, un traguardo, difficile da raggiungere.
I datori di lavoro chiedono garanzie quali:
– titolo di studio;
– formazione;
– tirocini;
– stage.
Soprattutto, ai neolaureati, si chiede “esperienza”. Allora i giovani, ma anche gli adulti che hanno lavorato per diversi anni e non hanno diversificato la propria esperienza formativa, cercano di fare volontariato con l’obiettivo di acquisire l’esperienza necessaria da poter presentare nella prospettiva di un lavoro futuro.
Le associazioni di volontariato, dal canto loro, cercano di promuovere la formazione dei propri volontari e si convenzionano con le università per realizzare anche tirocini.
Esistono associazioni di volontariato che cercano, come insegnanti di italiano per stranieri, tirocinanti DITALS, disponibili a lavorare in veste di volontari nelle scuole con i migranti, offrendo loro crediti formativi, attestati, sconti sull’acquisto di testi di didattica italiana L2.
Negli ultimi anni, gli Istituti Comprensivi hanno aumentato notevolmente il loro interesse per le attività dei volontari e i progetti di lingua italiana L2, visto l’incremento di presenze di alunni stranieri di recente immigrazione.
In particolare, nel quinquennio 2010- 2014, il numero degli alunni provenienti dall’estero è cresciuto a ritmi elevati, e quindi si sono resi necessari interventi sistematici, condivisi e coordinati per i tre ordini di scuola.
Si registra la presenza di alunni stranieri eterogenei sia per nazionalità sia per livello di conoscenza della lingua italiana, i quali presentano problematiche differenti tra cui:
totale non conoscenza della lingua italiana;
conoscenza della L2 frammentaria e legata alle necessità della vita quotidiana;
limitate competenze lessicali, grammaticali e sintattiche;
difficoltà nello studio delle varie discipline;
difficoltà nell’inserimento e nell’integrazione;
I progetti presentati dalle associazioni di volontariato perseguono l’obiettivo di educare alla convivenza, alla collaborazione e all’accoglienza.
Nella scuola primaria e secondaria di primo grado, i volontari sono impegnati nell’agevolazione dell’inserimento degli alunni neoiscritti con attività mirate all’accoglienza, all’integrazione e alla prima conoscenza della lingua italiana.
I volontari si impegnano a proporre, secondo le proprie competenze e possibilità, attività di sostegno e compensative, percorsi didattici specifici di rinforzo, recupero e consolidamento, sia per piccoli gruppi che individualmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *